“Nessuno lo leggerà mai, e rimarranno soli, i miei pensieri.”

“Io sono come il mare” è il libro che raccoglie e riordina quel che Antonella ci ha lasciato scritto. E’ la realizzazione, purtroppo postuma, di un suo sogno, del suo sogno più persistente e tenace, che l’ha accompagnata malinconicamente anche negli ultimi istanti di vita.

“Avrei voluto vedere Londra e scrivere un libro prima di morire. A beh. Mi accontenterò.” 
scrive pochi istanti prima di lasciarci per sempre.

Non è un libro facile, anche se è di poche pagine. Non è un romanzo, non va a finire bene, non è di consolazione. 
Noi pensiamo che sia da proporre come spunto di discussione nelle classi e nelle famiglie, e non debba essere letto da un adolescente senza il sostegno di un adulto. Non è il libro di un eroe…ma di una ragazza che ha fatto la peggiore tra le scelte possibili.

L’associazione Anto Paninabella e la famiglia non hanno alcun diritto d’autore sulle vendite del libro.

Se volete leggerlo e aiutare i progetti della associazione richiedetelo all’associazione stessa, durante uno degli incontri o contattandola. A fronte di una donazione (si suggerisce di almeno 12 Euro) viene timbrato con un disegno di Anto, dotato di  segnalibro, e il 30% del suo costo andrà così a finanziare i progetti futuri.

Potete contattarla su Facebook (@paninabella), o mandare un mail a

associazione.anto@paninabella.org

o usare il

modulo di contatto via web.

Se lo avete acquistato via Amazon o IBS, e volete sostenere l’associazione, potete farlo con una donazione anche minima.

#iosonocomeilmare è anche il nome di un progetto di lettura del testo della Dramateach Company, che si sviluppa in una serie di articoli pubblicati sulla pagina Facebook dell’associazione e della compagnia di teatro a partire dal 12 Gennaio 2019.

Noi pensiamo che possa essere un percorso di lettura utile a chiunque voglia avvicinarsi ad “Io sono come il mare” non per curiosità ma per vero interesse, per far si che la morte di Antonella non sia stata inutile.

1-Un mondo di “uguali”.

2-Dietro le quinte dei social.

3-La voce del silenzio.

4-La solitudine, la paura più grande.

5-Gli abissi dell’animo

6-Intervista a Domenico

7-Tre ultime domande

8-Associazione per la vita

9-Non siete soli

10-Come un iceberg

Ogni occhio che legge quello che ho scritto, ogni voce che ripete il mio nome, mi tiene la mano come una piccola nuvola e mi fa volare sulle pianure, le sorgenti, le foreste, i mari, le città e le loro strade.
Ahmet Altan